‘ar

lia Oera

Un insolito «giallo» gotico, che rivela un Verga diverso e un'opera dissonante dalle sue più note. A mo' di giallo si leggono storie “speculari” che, ambientate nel castello in rovina, procedono dal fantastico al tragico fino a lasciare numerosi interrogativi la cui risposta è affidata ai lettori. Ecco appena una sintesi. Matilde, il signor Giordano, suo marito, Luciano e la signora Olani figura appena accennata - fanno parte di un'allegra brigata di turisti e sono immersi in un'atmosfera di misteriose energie: “il lume della lampada notturna che guizza sulle immense pareti e vi disegna fantasmi e paure”, “il vento che urla come uno spirito maligno nella gola del camino”, il muggito del mare “come un gemito soffocato dall’abisso” e le ombre che sorgono “da tutte le profondità delle rovine e del precipizio”.

È Luciano a raccontare l'episodio medievaleggiante, tanto strano, del barone don Garzia d’Arvelo e della sua seconda moglie Isabella.

2004

This LibriVox recording is in the public domain and may be reproduced, distributed or modified without permission. The LibriVox objective is to make all books in the public domain available, for free, in audioformat on the Internet. For more information or to volunteer, please visit librivox.org.

Cover image: Ragusa Castle, Sicily by Carel Nicolaas Storm van 's Gravesande (1841 1924). Cover designed by Availle. This design is in the public domain.

02201 f6) IP OA? JOP onor e